Excite

5 modi per difenderti dai vicini molesti

Chi non ha la fortuna di abitare in una casa indipendente sa di cosa stiamo parlando. E basta una sola parola per far venire i brividi lungo la schiena: condominio. Perché il rispetto delle regole e delle persone non è una cosa così scontata. E così, ci si trova a combattere con la signora del piano di sopra che sbatte la scopa sui nostri panni che cercano di asciugarsi sul terrazzo o con gli studenti fuori sede sul pianerottolo che chiacchierano e ascoltano musica a tutto volume fino alle 3 del mattino. Come difendersi da vicini rumorosi e fastidiosi?
    Youtube

CAUSE E COMPORTAMENTI

I motivi più frequenti per cui si discute con i vicini sono gli animali domestici (uccellini che cantano, cani che sporcano le scale - e padroni noncuranti) e i rumori molesti, dai tacchi della signora di sopra a tarda notte alle liti a voce alta, dalle lavatrici che confinano con la nostra stanza da letto al televisore sparato a massimo volume. Che fare? Il primo passo è valutare attentamente la situazione ponendosi alcune domande: quanto disturbo mi reca? Capita di tanto in tanto o succede di frequente? In che modo si ripercuote su di me il problema? Darsi una risposta vi aiuterà ad esporre al meglio le vostre ragioni

PARLARE CON I VICINI

La prima mossa è imboccare la via dell'educazione: le buone maniere non sempre pagano, ahinoi, ma è meglio tentare. Se pensate che il vicino possa essere pericoloso, non mettete a rischio la vostra sicurezza personale, ma andate accompagnati da un amico. Spiegate la situazione limitandovi ai fatti concreti (giorni, orari) senza aggiungere commenti o giudizi. Poi, suggerite un'alternativa o un compromesso (usare le cuffie, ad esempio).
    Youtube

SCRIVERE UNA LETTERA

Se il dialogo non ha funzionato e il vicino si ostina nelle sue rumorose abitudini, è arrivato il momento di passare al piano B, quello della formalità. Mettete nero su bianco la situazione con toni decisamente più duri rispetto alla chiacchierata che avete fatto porta a porta, facendo presente che, se le cose non cambieranno da questo momento in poi, sarete costretti a fare presente l'accaduto al capo condomino (che, verosimilmente, potrebbe anche coinvolgere i Carabinieri).

NO AI DISPETTI

Per quanto la tentazione di fargliela pagare sia forte, resistete al fascino dei dispetti: siete adulti, non vi hanno mica rubato il cestino della merenda all'ora di ricreazione! Comportarvi come loro non solo innesca un circolo vizioso da cui diventa difficile uscire, quanto vi trascina ad un livello di mancanza di rispetto da dove fate una pessima figura e, comunque, non risolvete il vostro problema.

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO

Nonostante le preghiere e le lettere la situazione si perpetra? È arrivato il momento di affilare gli artigli ma senza (s)cadere nelle minacce. Avete tutte le ragioni per difendervi e farvi valere nel pieno della legalità. Se neanche gli avvertimenti del capo condomino sono stati efficaci, nei casi più gravi potete passare attraverso la strada del sindaco, delle forze dell'ordine e di un avvocato.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017