Excite

Affitti Bologna: centinaia di appartamenti in disuso

Bologna è una città che soffre più di altre del problema del caro-affitti. Da un lato la presenza degli studenti universitari, che producono una domanda incessante di case, determina gli elevati costi di locazione. Dall'altro però, politiche cieche e irresponsabili di diverse aziende pubbliche fanno sì che l'offerta sia molto più limitata di quello che potrebbe essere.

Basta avventurarsi pochi metri oltre la Stazione Centrale di Bologna in direzione Quartiere Navile, per arrivare al cosiddetto Villaggio ferroviario di via Carracci. Qui si trovano una quarantina di alloggi costruiti a metà degli anni '90 dalle Ferrovie dello Stato per ospitare i propri dipendenti: tutti vuoti.

Via Carraci è solo uno dei tanti casi. In via Agucchi ad esempio, c'è un albergo delle Poste di cui solo una parte è stata recentemente riscattata, mentre in un'ottantina di appartamenti non ci abita ancora nessuno. In un momento in cui si allunga la lista di attesa per chi vuole un posto nelle case popolari, questi immobili vanno in rovina.

'Viene la gente a drogarsi, e l'abbiamo denunciato più volte -ha raccontato un'abitante della zona -. Tutto intorno ci sono delle macchine abbandonate e l'edificio sta degradando anche come cemento armato, perché è completamente abbandonato. E ovviamente non c'è nessuno che fa la manutenzione.'

'Potrebbero benissimo cederle al Comune -suggerisce Claudio Mazzanti, presidente del Quartiere Navile -. I Comuni ne curerebbero la gestione. E lo Stato potrebbe, dando i contributi alle Regioni, finanziare questi canali che si chiamano 'contratti di quartiere'. In questo modo, grazie ai finanziamenti statali, i Comuni le ristrutturerebbero e potrebbero essere assegnate, una volta ristrutturate, e affittate'.

(foto © 1.bp.blogspot.com)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017