Excite

Agevolazioni per ristrutturazioni nel 2013

In seguito al recepimento della Direttiva 2010/31/UE è stato approvato il Decreto legge 63/2013. Tale decreto sancisce la normativa riguardante le agevolazioni sulle ristrutturazioni per il 2013. Tra le novità che riguardano le detrazioni fiscali in caso di ristrutturazione dell' immobile anche quella concernente gli arredi comprati per l'appartamento ristrutturato.

Le detrazioni: condizioni per ottenerle

E' nata nel 1997 la Legge 449 che aveva introdotto la possibilità di detrazioni in caso di ristrutturazioni edilizie: il Consiglio dei Ministri ha alzato la percentuale che può essere detratta dall' Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) portandola dal 36% al 50%. Questa agevolazione che sarebbe dovuta scadere nel giugno del 2013 è prorogata fino al 31/12/2013. L'importo massimo di spesa previsto è di 96.000 euro per ogni immobile.

Agevolazioni anche per l'acquisto di arredi per chi pone in atto una ristrutturazione edilizia: la detrazione è del 50% per l'acquisto di mobili fino alla cifra massima di 10.000 euro. L'agevolazione dovrà essere suddivisa in dieci quote annuali tutte dello stesso importo. Mentre originariamente si pensava che il provvedimento dovesse riguardare solo i mobili fissi all'interno dei muri, come ad esempio i bagni, successivamente è stato chiarito che il provvedimento riguarda tutte le tipologie di arredi.

Le detrazioni sono concesse solo nel caso di ristrutturazione edilizia e di manutenzione straordinaria mentre per ciò che riguarda la manutenzione ordinaria si può usufruire delle detrazioni Irpef solo se i lavori riguardano le parti comuni del condominio. Inoltre, le agevolazioni si ottengono anche per lavori di eliminazione delle barriere architettoniche, per la realizzazione di tecnologie atte ad agevolare la mobilità dei portatori di handicap all'interno e all'esterno dell'immobile e per la attuazione di misure che impediscano azioni illecite.

Hanno diritto alle agevolazioni sulle ristrutturazioni per il 2013 alcune tipologie di figure tra cui il proprietario dell'immobile, l'inquilino, i soci di cooperative e di società semplici. Anche chi esegue personalmente i lavori può usufruire delle detrazioni ma solo sui materiali acquistati.

Il bonus per il risparmio energetico

Le agevolazioni sulle ristrutturazioni per il 2013 prevedono che in caso di lavori che portano un risparmio energetico la detrazione fiscale sale dal 55% del precedente decreto al 65%, percentuale prevista dal decreto legge 63/2013. Il bonus scadrà il 31 dicembre 2013 ma in caso di lavori effettuati dal condominio il termine è previsto per il 30/6/2014.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017