Excite

Casa: un terzo degli immigrati è soddisfatto della propria

Ben un immigrato su tre si dichiara soddisfatto della casa in cui vive mentre il 23% sarebbe orientato alla ricerca di un alloggio più confortevole. La fotografia della percezione abitativa espressa dalla popolazione straniera residente in Italia è frutto di un’indagine a cura di Uil e patronato Ital che ha preso a riferimento un campione di 1.300 iscritti.

Se complessivamente l’indice di insoddisfazione espresso dagli intervistati si è attestato intorno al 15%, più variegate sono le ragioni alla base del desiderio di una casa più rispondente alle proprie esigenze. La motivazione economica, ossia la volontà di ridurre una spesa considerata troppo penalizzante rispetto alle proprie reali possibilità economiche, è in particolare alla base del 17,5% delle risposte negative.

Sono quasi due terzi gli immigrati che vivono in affitto con regolare contratto, dei quali il 74% circa è chiamato a sborsare un canone mensile compreso tra i 200 e i 600 euro. Sono invece 400-700 gli euro mediamente richiesti a quanti hanno acquistato casa sobbarcandosi il pagamento di un mutuo. La percentuale di chi compra casa cresce al Nord e più in particolare nella provincia di Milano, in testa alla classifica nazionale con il 30,6% di proprietari dell’immobile.

Lo stesso dato precipita man mano che si discende lo stivale, toccando un misero 3% nella provincia di Roma e manifestando la tendenza a scomparire del tutto al Sud, con il caso limite della provincia di Napoli in cui non si segnalano proprietari stranieri. L’indagine Uil ha preso a riferimento una settanta nazionalità d’origine tra cui la più largamente rappresentata è risultata essere quella marocchina.

(foto © Santi MB)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017