Excite

Case abusive, sanzioni e sanatorie per ottenere il permesso di costruzione

L’abusivismo edilizio è una delle piaghe del nostro paese. I continui condoni che governi di ogni colore politico hanno messo in atto nel corso degli anni non hanno attenuato il fenomeno, anzi lo hanno acuito. Esistono comunque delle sanzioni ben precise per chi si rende colpevole di abusi edilizi. Si tratta di situazioni contigue ma diverse rispetto a quelle che riguardano i problemi dell’accatastamento degli immobili.

    You Tube

Sanzioni per abusivismo e ufficio competente

Sono opere abusive quelle costruzioni che sono realizzate in totale difformità con i permessi a costruire relativi alla zona di ubicazione dell’immobile. Sono considerate abusive anche le costruzioni situate in luoghi dove per cause ambientali o di altro genere è vietata la costruzione di immobili di qualsiasi tipo. Il tutto ricade sotto l’articolo 31 del d.p.r.n. 380/01

Scopri le sanzioni per il mancato accatastamento

L’abuso edilizio viene sanzionato dal dirigente dell’ufficio comunale competente che emette un’ingiunzione di rimozione o demolizione dell’immobile. Questo è il primo passo dell’autorità per sanzionare l’abuso edilizio. Nel caso in cui l’ingiunzione emessa dall’ufficio comunale non venga rispettata, probabile, si passa allo stadio successivo.

Ingiunzione ed ottenimento della sanatoria

Il trasgressore ha tempo novanta giorni per eseguire l’ingiunzione del comune dove è situato l’immobile. Allo scadere dei novanta giorni il comune può provvedere ad acquisire, in maniera totalmente gratuita, l’immobile ed il terreno su cui è stato costruito. C’è un limite all’acquisizione dell’area su cui è costruito l’immobile. Non può oltrepassare di dieci volte la superficie dell’immobile abusivo.

Scopri le normative sulle case vacanze

Oltre alla confisca è possibile, per l’autorità, comminare una multa fino a 50.000 euro e stabilire l’arresto del proprietario. Il caso appena esposto è quello più grave. Spesso si può porre rimedio all’illegalità con un accertamento di conformità che ricade sotto l’egida dell’articolo 36 del testo unico dell’edilizia. In questo caso il costruttore può richiedere un permesso in sanatoria e pagare due volte il contributo di costruzione.

Per segnalare opere abusive ci si deve rivolgere alla Polizia Municipale oppure alla Procura della Repubblica.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017