Excite

Case non accatastate, sanzioni in caso di adeguamento ritardato

L’Agenzia del Territorio ha avviato, nel 2012, un’opera di revisione di tutto il catasto con conseguenti controlli sugli immobili accatastati e sui cosiddetti immobili fantasma. Con i controlli, inevitabili sono piovute le sanzioni. Principalmente le sanzioni hanno riguardato gli immobili con una destinazione d’uso che non corrispondeva più a quella reale a seguito di una serie di modifiche.

    You Tube

Fabbricati ex rurali e fabbricati di tipo rurale

Il problema ha riguardato innanzitutto gli immobili accatastati come fabbricati ex rurali oppure come fabbricati di tipo rurale. Nel primo caso si tratta di immobili che hanno subito notevoli modifiche e non possono più rientrare nella categoria degli immobili ex rurali che possono usufruire di una tassazione molto ridotta rispetto agli immobili urbani.

Leggi le news sulle case in affitto

Non dissimile è la situazione dei fabbricati di tipo rurale che nel corso degli anni sono stati inglobati nel tessuto urbano e di conseguenza hanno visto mutare drasticamente la propria rendita catastale. A queste due tipologie di soggetti si aggiungono i fabbricati mai dichiarati che sono i più ricercati da parte dell’Agenzia del Territorio.

La notifica e le sanzioni

Come si possono calcolare le sanzioni a cui si va incontro. Le sanzioni si calcolano dal momento in cui viene presentata la notifica. Da quel momento scatta il calcolo della rendita presunta a partire dal 1 gennaio del 2007, e qui va pagata la differenza. Successivamente si calcola un’altra parte della sanzione che riguarda la data di ultimazione di eventuali lavori.

Leggi le news sulle case in vendita

Fino al 31 gennaio del 2011 si va da 25.80 euro fino a 258 euro. Dal 1 febbraio 2011 si parte da 32.25 euro fino ad arrivare a 258 euro. Le sanzioni più alte si hanno a partire dal 1 giugno del 2011. In questo caso i livelli di sanzione sono tre. Si parte con 103.20 euro in caso di regolarizzazione entro trenta giorni dalla notifica. Il secondo passaggio avviene se la regolarizzazione avviene entro quattro mesi dalla notifica e si paga 129 euro. La sanzione pecuniaria più alta si ha in caso di pagamento dopo un anno e un mese e si va a 1.032 euro.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017