Excite

Catasto: come si calcolano i vani di appartamenti e locali commerciali

Per calcolare i vani catastali va tenuto principalmente conto di un dato fondamentale: essi non corrispondono agli effettivi vani delle abitazioni. Di seguito spiegheremo come si calcolano i vani catastali in base al decreto legislativo 652/39 e al d.p.r. 1142/49.

    Getty Images

Abitazioni

I vani catastali misurano un’ampiezza che va da un minimo di 15 metri quadrati a un massimo di 20. Essi coincidono coi cosiddetti vani principali di una casa: ovvero camere da letto, soggiorni e sale da pranzo. La cucina ha un valore indipendente rispetto alla superficie dell’immobile e merita un discorso a sé perché è sempre considerata come un vano intero, a condizione che comprenda l’impianto per la cottura. Non sono invece considerati vani i bagni, i corridoi, i disimpegni e i ripostigli (in gergo chiamati accessori diretti) anche se superano i 10 metri quadrati. Essi vengono quindi calcolati come un terzo di un vano. Esempio: una casa composta da cucina, camera da letto e bagno è da considerarsi un monolocale.

Scopri le caratteristiche degli immobili ad uso promiscuo

Poi ci sono gli accessori indiretti, ovvero tutto ciò che è considerato collegato e/o funzionale all’abitazione: cantine, box collocati in terrazza, soffitte e via dicendo. Tali locali vengono calcolati come un quarto di un vano. Infine vi sono le dipendenze, con cui solitamente vengono indicati terrazzi, giardini o cortili. Questi spazi sono considerati fino ad un massimo del 10% rispetto al calcolo complessivo.

Locali Commerciali

Diverso è il calcolo per quanto riguarda i locali commerciali. In questo caso, infatti, i metri quadrati vengono calcolati in maniera effettiva e netta rispetto alla superficie. I bagni, i locali ad uso deposito, i retrobottega e via dicendo vengono calcolati con una percentuale del 50%. Portici, tettoie ed eventuali cortili o giardini possono arrivare fino al 20%.

Scopri il contratto di locazione transitorio

In ultima analisi, per i negozi si calcolano i metri quadrati dei locali principali, cioè quelli che sono adibiti ad ospitare effettivamente l’attività dell’esercizio.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017