Excite

Come affittare una casa arredata: tipologie di contratto e costo mensile

Le case già arredate presentano problematiche diverse, sia per gli inquilini che per i proprietari, rispetto alle abitazioni che non hanno mobilio. Per quanto riguarda gli inquilini la differenza principale è quella relativa alla stipula del contratto oltre che alla sensibile variazione di prezzo rispetto ad un’abitazione che non ha mobili. Innanzitutto c’è da dire che le case già arredate, in genere, sono destinate agli studenti oppure a lavoratori che hanno bisogno di un appartamento dove vivere un limitato periodo di tempo.

    You Tube

Contratto di locazione transitoria e costi

Da questo punto di vista, mostrando un regolare contratto di lavoro, si può avere accesso al contratto di locazione transitoria che può avere una durata da uno a diciotto mesi in luogo dei canonici quattro anni di contratto a cui sono sottoposti, proprietari ed inquilini, degli immobili in affitto. Diversa è la situazione per gli studenti anche se mantengono la possibilità di fittare l’immobile per periodi ridotti.

Scopri le ultime novità sulle case in affitto

Un particolare di cui tener conto quando si cerca una casa arredata da affittare è quello del costo. Mediamente un appartamento o una camera già arredati hanno un fitto del venti o venticinque per cento più alto rispetto ad un immobile non arredato.

La lista degli arredi e la manutenzione interna

Questi, però, sono particolari secondari e sui quali è facile reperire informazioni. Al momento della stipula il proprietario dell’immobile inserirà una lista completa degli arredi presenti all’interno della camera o dell’appartamento. Questo elenco è fondamentale perché l’inquilino non potrà in alcun modo modificarlo. Gli arredi presenti all’interno del contratto dovranno essere ben conservati e non potranno essere rimandati al legittimo proprietario che può, appellandosi al contratto, rifiutarsi di riprenderseli.

Scopri le ultime novità sulle case in vendita

Diversa è la manutenzione degli arredi. In caso di usura oppure di obsolescenza di elettrodomestici o di arredi di altro genere deve intervenire il proprietario. A seconda degli accordi presi al momento della stipula del contratto il proprietario è tenuto ad aggiustare o a sostituire l’oggetto in questione.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017