Excite

Il contratto di locazione transitorio: la registrazione e gli altri dettagli

Il contratto di locazione transitorio si rende possibile quando il locatore o il futuro inquilino hanno necessità di stipulare un accordo di breve durata che varia da uno a 18 mesi. Naturalmente questo tipo di contratto transitorio non include le locazioni turistiche. Vediamo quali sono le regole per registrarlo e quali le sue peculiarità per non incorrere in errori e prendere le giuste precauzioni.

    Getty Images

La registrazione

Innanzitutto, il contratto di locazione transitorio deve essere sempre redatto in forma scritta perché obbligatorio per legge. La caparra non può in alcun caso essere superiore alle tre mensilità. La registrazione di tale contratto deve aver luogo entro trenta giorni dalla data in cui è stato pagato il primo mese di affitto.

Scopri chi paga le spese condominiali tra inquilino e proprietario

Le spese di registrazione del contratto di locazione transitorio si dividono in parti uguali tra locatore ed inquilino. Qualora la locazione fosse soggetta ad Iva, quest’ultima sarebbe totalmente a carico dell’inquilino (detto anche conduttore). A quest’ultimo toccano anche le spese legate al bollo. Salvo la possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali in base al Decreto Legislativo n. 23 del 2011 (se ne interessa l’articolo 3). Il modello è scaricabile anche online.

Vantaggi e svantaggi

Nel caso di contratto di locazione transitorio non vi è obbligo di rinnovo alla scadenza, né esiste il rinnovo tacito. L’inquilino può anche rescindere il contratto prima della data di scadenza: basterà inviare una raccomandata entro i tempi precedentemente indicati in sede di stipulazione del contratto. Le spese straordinarie saranno interamente a carico del proprietario dell’immobile.

Scopri come installare i pannelli solari sul terrazzo

Mentre gli oneri accessori saranno appannaggio dell’inquilino: vedi il pagamento della tassa sui rifiuti urbani, il controllo della caldaia, la spesa per le pulizie, la manutenzione ordinaria di apparecchi ed impianti (citofoni et similia), la tinteggiatura delle pareti, il rifacimento di chiavi e via dicendo. In questo tipo di contratto è vietata la sublocazione. In compenso la disdetta non è obbligatoria.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017