Excite

Couchsurfing a Milano: come fare?

Milano, la citta’ della moda e del design, attrae ogni anno migliaia di visitatori giovani, attratti anche dalle varie mostre che si fanno su questi argomenti nella capitale lombarda. Il problema, per molti, potrebbero essere i costi dell’alloggio, certamente non alla portata di tutti, soprattutto se studenti o in cerca di un’occupazione. Una soluzione adatta a questi tipi di viaggiatori è certamente il couchsurfing, a Milano presente in misura piuttosto abbondante. Vediamo di cosa si tratta.

A Milano soggiornando gratis

“Milan col coeur en man”, cioè, tradotto, “Milano col cuore in mano” è un detto storico che riguarda l’altruismo, vero o presunto, degli abitanti della capitale lombarda. La versione attuale di questo detto potrebbe essere rappresentata (anche) dal couchsurfing. A Milano, come in quasi tutte le citta’ e cittadine del mondo occidentale e non solo, molte persone in possesso di una abitazione dotata di piu’ di un letto, o quantomeno di un divano, si offrono di ospitare a titolo gratuito persone che sono interessate a soggiornare. In parole povere, il couchsurfing, che letteralmente si puo’ tradurre come “il surf del divano”, è un metodo che consente di annullare le spese di pernottamento del turista “couchsurfer”.

Generalmente, poi, l’ospitante sarà a sua volta ospitato gratuitamente da qualche altro “couchsurfer”, ma solo se lo vorrà. Questa particolare iniziativa è partita da Casey Fenton, nel 2003, con un progetto basato sul web di tipo no profit. Oggi non è piu’ no profit, sebbene, per gli utenti, è tuttora gratuito. Anche considerando iniziative simili nate successivamente, couchsurfing.org rimane il sito dedicato all’argomento piu’ celebre.

Il concetto di base è semplice: formare una comunità di utenti interessati ad ospitare e/o a farsi ospitare a casa di altri “couchsurfers”, gratuitamente. Poi, i vari soggetti potranno mettersi d’accordo su eventuali spese per il vitto e la gestione della casa (pulizie eccetera), ma tutto questo è lasciato all'iniziativa personale.

Per sfruttare questa opportunità occorre iscriversi al sito, cosa peraltro assai semplice (se si esclude la cosiddetta “verifica” che vedremo successivamente).

Nella homepage del sito couchsurfer.org, nel riquadro posto verso il fondo della pagina indicato come “surf”, è presente il campo dove digitare il nome della citta’ di interesse. Nel caso di Milano si scriverà “Milan, Italy” o “Milano, Italy”. In alternativa, selezionando, in basso a destra della schermata, la lingua italiana, si potra’ digitare il piu’ comune “Milano, Italia”.

Da questa operazione si otterranno circa 17.000 possibilità tra le quali scegliere quella che piu’ delle altre vi ispira per interessi, abitudini e gusti, generalmente descritti sul profilo dell’ospitante. Per ridurre il numero di alternative, che in realtà si riferiscono a persone disposte ad ospitare anche nei dintorni di Milano, si possono attivare preferenze quali ad esempio il sesso dell’ospitante. Un’altra possibilità di circoscrivere l’offerta ci viene data dalla funzione “search by map”.

Milano dispone anche di una pagina dedicata, dove è più facile essere informati di attività ed eventi interessanti, nonchè leggere i commenti degli utenti.

Innanzitutto la fiducia (con giudizio)

Fare couchsurfing a Milano significa ospitare persone sconosciute a casa propria o farsi ospitare da sconosciuti. E', potenzialmente, una operazione a rischio, che si basa sulla fiducia del prossimo. Per ridurre al minimo i rischi, il sito è controllatissimo, e i commenti di chi è stato ospitato o chi ospita possono essere utili per evitare di trovarsi in situazioni imbarazzanti. Il fatto che l’ospitante e l’ospitato siano "verified" (verificati), tramite una procedura che, in realtà, è l’unica non gratis, dato che costa 19 euro, è una ulteriore garanzia di sicurezza, dato che, per certificarsi, occorre fornire le generalità reali.

Gli utenti couchsurfing verificati sono anche in grado di controllare ulteriori caratteristiche dell'ospitante, tra le quali l’ubicazione dell’alloggio. Per evitare sorprese, è infatti bene conoscere dove è situata la casa dell’ospitante in anticipo.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017