Excite

Detrazioni elettrodomestici: senza ristrutturazione è comunque possibile ottenerla

La legge di stabilità ha prorogato le detrazioni per l’acquisto di elettrodomestici, anche in assenza di ristrutturazioni intese esclusivamente come edili. Si tratta del famoso Bonus Mobili 2015 esteso fino al 31 dicembre di quest’anno. Una buona notizia per chi ha intenzione di cimentarsi nell’acquisto di grandi elettrodomestici ma non deve necessariamente ristrutturare in senso stretto la propria abitazione. Cerchiamo di capire meglio quali sono le estensioni di questo bonus.

    Getty Images

Quando si ha diritto all'agevolazione

Per avere accesso alle agevolazioni fiscali del Bonus Mobili 2015, si credeva erroneamente che l’acquisto di arredi ed elettrodomestici dovesse essere associato alla ristrutturazione edilizia tout court. Ma la stessa Agenzia delle Entrate ha chiarito che per beneficiare di questo bonus basta dimostrare di aver effettuato lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria o, ancora, interventi per il restauro ed il risanamento conservativo (lo stabilisce la circolare n.35/E del 2009).

Scopri i bonus fiscali per le ristrutturazioni

Per quanto riguarda i lavori di manutenzione ordinaria, però, essi devono essere eseguiti sulle parti condominiali comuni per consentire l’accesso al beneficio fiscale. La detrazione del Bonus Mobili 2015 è pari a ben il 50% sull’imponibile Irpef. Tutte le informazioni sono presenti su Ediltecnico.

Gli altri casi

La detrazione in oggetto riguarda comunque anche molte altre tipologie di lavori. Ad esempio, gli interventi per ripristinare un immobile che è stato danneggiato da calamità (in questo caso però dovrebbe essere stato dichiarato lo stato di emergenza al momento dei fatti). Poi gli immobili la cui destinazione d’uso viene assegnata entro sei mesi dalla fine dei lavori di risanamento o recupero edilizio.

Leggi quali sono i costi dell'allaccio dell'energia elettrica

La detrazione comprende l’acquisto di forni, frigoriferi e lavatrici di classe A. Di classe A + nel caso dei forni. La spesa sostenuta verrà dimostrata mediante la dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2015 servendosi del Modello Unico o del Modello 730. Non sarà possibile applicare la detrazione se l’oggetto è stato pagato in contanti o tramite assegno.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017