Excite

Detrazioni per il risparmio energetico nel 2015: novità e conferme

La legge di stabilità del 2015 ha prorogato la detrazione fiscale per gli interventi che riguardano la riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 dicembre 2015. Vediamo nel dettaglio quali sono le novità introdotte da questa legge e chi ha diritto ad usufruire delle suddette detrazioni.

    Getty Images

Detrazioni: i dettagli

Innanzitutto va chiarito che questa agevolazione fiscale viene concessa solo quando vengono eseguiti lavori per migliorare il livello di efficienza energetica di edifici già esistenti. Gli interventi di riqualificazione possono riguardare finestre, pavimenti, infissi, l’impianto di riscaldamento e perfino la sostituzione dei climatizzatori invernali. Naturalmente l’installazione dei pannelli solari è una voce compresa nel capitolo delle detrazioni per il risparmio energetico.

Leggi le news sul mercato immobiliare

La detrazione massima è di centomila euro per lavori di riqualificazione energetica degli edifici, sessantamila euro per l’acquisto e l’installazione delle schermature solari, lo stesso dicasi per l’installazione di pannelli solari. La detrazione massima è di trentamila euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o per quelli dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Infine, 60mila euro è la detrazione massima per quel che riguarda finestre, infissi e pareti dell’edificio interessato dai lavori. La condizione imprescindibile è che i lavori in questione vengano eseguiti su edifici o immobili già esistenti.

Chi ne ha diritto

A questa detrazione hanno diritto tutti i proprietari di immobili, siano essi residenti o meno, compresi i commercianti, gli artigiani, i liberi professionisti e gli enti pubblici o privati. In realtà, possono usufruire di questa agevolazione anche gli inquilini, coloro che hanno l’immobile in comodato d’uso, i condomini (ma solo per gli interventi che riguardano le parti in comune) e i titolari di un diritto reale sull’immobile.

Leggi le news sulle case in vendita

Perfino i familiari conviventi possono usufruire della suddetta detrazione, nel caso in cui abbiano partecipato attivamente alle spese per la realizzazione dei lavori per il miglioramento dell’energia. Tuttavia, questa regola non vale se si tratta di immobili ad uso commerciale.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017