Excite

Ferie in terminal: non cessa l’allarme maltempo

Vacanze di Natale a rischio per milioni di persone causa maltempo. La paralisi degli aeroporti non accenna a dare tregua agli scali europei: in Francia, con lo stop di Orly e il drastico ridimensionamento dei voli al Charles de Gaulle, Gran Bretagna e in altri grossi snodi come Francoforte, vittima della cancellazione dei voli o ancora Bruxelles, fermo fino al prossimo mercoledì, non escluso Fiumicino colpito dal blocco delle partenze.

Uno scenario che desta parecchie preoccupazioni, e non solo a danno di Lady Gaga: il rischio è che buona parte della destinazioni ambite dal popolo dei vacanzieri venga sostituita da un poco piacevole quanto forzato soggiorno in aeroporto, in preda a ritardi e disagi che solo presso l’aeroporto londinese Heatrhrow avrebbero già coinvolto qualcosa come 200.000 passeggeri nelle scorse ore. L’aeroporto, dunque, quasi come nuova struttura ricettiva, e non certo all’insegna dei migliori comfort.

Il momento non è certo dei più indicati per le intemperanze climatiche e già si attendono le stime delle ricadute sul comparto del turismo internazionale con la cancellazione di grossi volumi di prenotazioni da parte di chi sperava di espatriare verso spiagge assolate si è invece trovato costretto a fare i conti con la tempesta di ghiaccio Petra, adagiato magari su materassi improvvisati e malamente rifocillato dal catering di fortuna predisposto dai gestori dei terminal.

In Gran Bretagna la situazione maltempo avrebbe fatto tremare i programmi vacanzieri di qualcosa come quattro milioni di persone in lizza per trascorrere la vacanze oltre confine.

(foto © Livredor)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017