Excite

Il mercato immobiliare di Monza e Brianza

La discesa rallenta anche se gli effetti della congiuntura economica continuano a farsi sentire. È la sintesi dell'analisi dedicata al mercato di Monza e Brianza svolta dalla Camera di Commercio in collaborazione con Fimaa Milano e Borsa Immobiliare, sulla base dei dati relativi al secondo semestre del 2010. Uno scenario composito in termini di compravendite, dove la performance di Monza segna il +1,8% a livello annuo, contro la flessione del 2,2% subita dalla Brianza, seppure con una lieve ripresa nel secondo semestre.

Continua anche se meno pronunciata la contrazione dei prezzi, sia in città che in provincia. La flessione semestrale a Monza segna quota 0,3%, mentre in Brianza il dato tocca il -0,6%, con valori medi al metro quadro pari rispettivamente a 2.290 e 1.465 euro. Migliore la prestazione del nuovo anche se si riduce la forbice rispetto agli appartamenti nuovi e recenti emersa nelle precedenti rilevazioni: l'offerta di nuova costruzione si mantiene infatti stabile nel passaggio da un semestre all'altro, mentre le tipologie recenti e obsolete registrano a Monza il -0,1% e il -0,8%, e nella Brianza il -0,7% e il -1%.

Nella città capoluogo le quotazioni più alte appartengono al centro storico, dove si pagano in media 3.620 euro al metro quadro, e nella zona Parco-Villa Reale dove il dato medio è di 3.050 euro, in entrambi i casi senza variazioni di rilievo rispetto a sei mesi prima. All'insegna della stabilità anche gli affitti, dove il valore medio per un appartamento-tipo di 70 metri quadri non arredati è di 71 euro al metro quadro.

(foto © Plamenm via Flickr)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017