Excite

Il residenziale pugliese si muove

Cresce più della media nazionale il mercato immobiliare pugliese con un aumento delle compravendite giunto a quota +6,6% nei primi sei mesi dell’anno secondo le rilevazioni diffuse dall’Agenzia del Territorio, pari a un vantaggio di 2,4 punti percentuali sul resto del Paese. L’incremento percentuale si registra nella città di Brindisi, forte di un +25,5% rispetto al 2009, mentre in termini assoluti è la provincia di Bari a segnare il volume di scambi più alto.

Tra i capoluoghi è Bari ad ottenere il secondo miglior posizionamento in termini di crescita. Qui il mercato trae impulso anche dalla costruzione di nuovi complessi residenziali come quello avviato a Poggiofranco, dove il rendimento medio si aggira intorno al 3,6% per un prezzo medio di 2.600 euro al metro quadro, corrispondente ad un canone d’affitto mensile di circa 550 euro. In termini generali le rendite del residenziale nella città di Bari non sembrano in crescita pur mantenendosi però tra le più consistenti sul territorio.

Nel complesso il prezzo i prezzi medi della provincia di Bari hanno subito, nel raffronto con il primo semestre 2009, un aumento dello 0,5%, pari a una cifra di 1,380 euro mediamente richiesti al metro quadro.

A discostarsi da uno scenario di sostanziale stabilità dei prezzi è soprattutto la città Lecce dove l’esborso al metro quadro segna un aumento del 3,4%, mentre lo stesso dato passa a 0,6% per Foggia e 0,4% a Taranto. Se i tempi medi di vendita sono in generale compresi tra i 4 e gli 8 mesi, il discostamento tra il prezzo iniziale e quello finale oscilla tra il 10% e il 20% mentre cresce significativamente il ricorso al web per consultare preventivamente l’offerta di immobili, specie tra giovani e professionisti.

(foto © Paolo Margari via Flickr)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017