Excite

Case cinesi senza indice

Ufficialmente la scelta si deve alla necessità di modificare il metodo di calcolo, viste le numerose contestazioni di cui è stato oggetto. Di certo però la cosa si risolverà in una maggiore difficoltà nell'interpretare i trend immobiliari dell'economia più dinamica del pianeta, quella cinese. È venuto meno l'indice dei prezzi delle case del Celeste Impero, particolarmente contestato perchè elaborato dall'ufficio statistico sulla base dei dati forniti dai costruttori, e dunque con tutta probabilità condizionato al rialzo visto l'interesse di questi ultimi a mantenere elevate le quotazioni.

Sarà così meno agevole monitorare il mercato da parte degli investitori esteri, attenti osservatori della bolla immobiliare che procede nonostante le misure messe in campo dal governo di Pechino, tra cui anche l'incremento degli anticipi e dei tassi e il no all'erogazione di mutui per l'acquisto di terze case. O ancora i provvedimenti orientati a impedire gli acquisti delle case da parte di famiglie che non siano in grado di documentare, per un periodo di almeno cinque anni, il pagamento delle imposte e della previdenza sociale nella capitale.

Entro fine marzo si attende anche la pubblicazione, su sollecito del Consiglio di Stato, degli obiettivi riguardo ai prezzi calmierati per le nuove unità immobiliari, al fine di estendere l'accesso alla casa a una fascia più ampia di popolazione, vista la pressione crescente nei confronti dell'acquisto della casa di proprietà: un obiettivo spesso irrangiungibile a causa dei prezzi gonfiati dalla bolla e dell'inflazione spinta dai prezzi alimentari.

(foto © Irislusso)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017