Excite

Iris: il contratto di affitto si registra finalmente anche online

  • Casaxp.it

Dal 18 luglio 2011 è finalmente possibile registrare i nuovi contratti di affitto direttamente online grazie a Iris, il software semplificato messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Come registrare un contratto di locazione online con Iris

Fino al 27 luglio Iris sarà un software scaricabile gratuitamente dal sito agenziaentrate.gov.it, dopodichè diverrà usufruibile direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate attraverso il quale sarà facilissimo registrare il contratto di affitto e pagare le imposte di registro e bollo. Basta indicare i dati del locatore e del conduttore (nome, cognome, data di nascita, residenza e codice fiscale), i dati dell'immobile (dimensioni, dati catastali e pertinenze), il tipo di contratto (uso abitativo), la periodicità e l'importo del canone. Sulla base dei dati inseriti, Iris provvede automaticamente al calcolo dell'imposta da pagare. Il pagamento può avvenire direttamente online indicando i propri dati bancari. Al termine dell'operazione viene emessa una ricevuta che può essere stampata e ha la stessa validità di avvenuto pagamento.

In questo caso non è più necessario allegare al modulo di registrazione anche una copia del contratto d'affitto che le due parti però dovranno comunque conservare insieme alla ricevuta ed esibire in caso di controlli amministrativi. Inoltre, come nella procedura classica, il termine massimo entro cui registrare il contratto non deve superare i trenta giorni dalla stipula dello stesso.

Come e quando usare Iris

Iris può essere utilizzato per la registrazione di un'ampia varietà di contratti di locazione esclusivamente ad uso abitativo e da chi non ha scelto l'opzione della cedolare secca (in questo caso va usata la procedura Siria). La procedura semplificata è riservata solo ai contratti che rispondono ai seguenti requisiti:

  • il contratto non dev'essere stipulato fra più di tre persone;
  • l'abitazione in locazione non deve avere più di tre pertinenze;
  • gli immobili indicati sul contratto devono essere censiti con attribuzione di rendita;
  • il contratto deve disciplinare solo il rapporto di locazione;
  • il contratto dev'essere stipulato solo tra persone fisiche: sono esclusi i contratti ad imprese ed attività commerciali o professionali;
  • il contratto non dev'essere agevolato da altre regolamentazioni comunali o regionali che ne esonerano l'imposta di registro (in questo caso la registrazione può avvenire sempre online, ma tramite altri servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate alla voce Contratti di locazione).

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017