Excite

Lavori di ristrutturazione casa: quel che c'è da sapere sui permessi

Ristrutturare casa. Una idea a cui pensano in molti. Già, ma come metterla con i permessi, la burocrazia. Una buona notizia. Con il decreto Sblocca Italia vengono abolite tutte le lungaggini a cui erano sottoposti coloro che volevano rimodernare la propria abitazione. Andiamo da vedeere quale saranno le novità.
    www.covertec.it

Il risparmio

Tempi e costi limitati con il decreto Sblocca Italia. Perché? Chi vuole ristrutturare casa non ha più bisogno di chiedere permessi in serie: basterà comunicare al Comune, attraverso un professionista (un ingegnere, un geometra o un architetto), l'inizio dei lavori.

Il ruolo del professionista

Il ruolo del professionista incaricato di guidare i lavori è fondamentale. Sarà lui, infatti, a doversi assumere l'onere della regolaritàdel progetto ed a dover comunicare al Comune l'inizio dei lavori prima che essi partano. C'è la possibilità di dare notizia anche a lavori in corso, ma in questicasi si paga una sanzione, che cambia di Comune in Comune. Ad esempio, a Milano per la sanzione per la comunicazione a lavori in corso è di 86 euro, a opere finite è di 268 euro.

La manutenzione ordinaria

Con lo Sblocca Italia le opere vengono divise in manutenzione straordinaria e ordinaria. In quest'ultimo caso si intende che l'aspetto esterno e la pianta del terreno dell'immobile non verranno modificate: i permessi non sono necessari.

La manutenzione straordinaria

I permessi vanno invece chiesti quando la manutenzione è straordinaria (ad esempio la divisione in più stanze di un unico ambiente, e non conta il fatto che la superficie dell'appartamento rimanga invariata). I permessi sono indispensabili anche quando viene modificata la destinazione d'uso dell'immobile,ad esempio da appartamento ad ufficio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017