Excite

Mandato di compravendita: regole e procedure

  • Foto:
  • Agenzie.tecnocasa.it

Affidarsi ad un'agenzia è spesso una delle scelte fondamentali per la buona riuscita di una vendita immobiliare. L'incarico che viene rivolto ad un'agenzia immobiliare viene chiamato mandato di compravendita, o di mediazione. Di cosa si tratta?

Cos'è il mandato di compravendita
In sostanza con il mandato di compravendita l'agenzia immobiliare viene incaricata della vendita dell'immobile per una cifra prestabilita ed entro una certa data, dietro compenso di una provvigione in genere tra il 3 e il 6%. Si tratta di un contratto vero e proprio che può avere una durata variabile tra i 3 e i 12 mesi e può essere prorogato o disdettato entro i termini stabiliti. Colui che cede l'incarico all'agenzia però è vincolato dall'esclusiva, nel senso che non può incaricare altre agenzie o mediatori per la vendita dello stesso immobile.

Le regole del mandato di mediazione
Essendo un contratto è soggetto ad alcune regolamentazioni fondamentali da tenere ben presenti al momento dell'accordo. Nel contratto infatti vanno indicati con precisione i seguenti dati inerenti all'immobile e alla natura dell'accordo:

  • DESCRIZIONE DELLA PROPRIETA': specificare se si tratta di una vendita o di un affitto. Indicare quindi i dati dell'immobile: superficie totale in mq, numero delle stanze, destinazione d'uso (residenziale o commerciale), le eventuali pertinenze e lo stato dell'abitazione.
  • SITUAZIONE: indicare se l'immobile è soggetto ad eventuali ipoteche, mutui, transazioni, diritti di servitù o se è attualmente affittato (quindi specificare la natura del contratto di locazione ed eventuale scadenza).
  • DURATA DEL MANDATO: in genere stabilita dai 3 mesi ad un anno.
  • PREZZO DI VENDITA E PROVVIGIONE: indicare il prezzo di vendita e l'entità della provvigione da corrispondere all'agenzia al momento del rogito.

Come tutelarsi
Stipulando un mandato di compravendita bisogna tenere ben presente alcuni accorgimenti importanti. Se la compravendita avviene senza l'intermediazione dell'agenzia incaricata o se all'ultimo momento si cambia idea e non si vuole più vendere, quest'ultima avrà diritto ugualmente alla sua provvigione. La provvigione va stabilita in base alla cifra di vendita: più il prezzo è alto più la percentuale sale. Attenzione alla data di scadenza del mandato: è bene inserire una clausola nel contratto che stabilisca la disdetta automatica dell'accordo alla scadenza. Si può sempre scegliere di rinnovarla al momento stabilito oppure affidare il mandato a qualcun'altro. Altro fattore molto importante è la sottoscrizione di tutti i proprietari. Qualora infatti l'immobile appartenga a diversi proprietari, è bene che tutti sottoscrivano l'accordo in modo da tutelarsi da eventuali disguidi in futuro. Possono essere inserite anche le modalità di pagamento: la somma da versare al momento del rogito, i termini della compravendita, etc.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017