Excite

I migliori mercati europei

Segnali revitalizzanti per il mercato immobiliare giungono da vari Paesi d'Europa, accrescendo le speranze che il positivo impulso registrato da vendite e prezzi negli ultimi mesi possa lasciare spazio a una qualche prospettiva di continuità. A fare il punto dello scenario europeo nel 2010 è stato il Monitor Europeo delle Valutazioni a cura di CB Richard Ellis (CBRE), secondo cui a performare particolarmente bene a livello continentale sarebbe stato il segmento retatil, un fronte di ripesa che nello specifico tenderebbe però a mantenere il nostro Paese in posizione marginale.

Dopo il trend negativo registrato dall'indice nel biennio buio 2008-2009, con valori rispettivi a quota -11,7% e -9,6%, l'andamento dell'immobiliare europeo monitorato da CBRE è tornato in terreno positivo, segnando una crescita annuale pari al 2,6%. A fare ancor meglio, come anticipato, sarebbe stato il settore retail con il +3,5%, mentre più contenuta sarebbe stata la crescita del settore uffici (+3,2%).

Il ruolo dei diversi paesi europei in questo movimento di ripresa non è tuttavia uniforme. Tra le performance più interessanti segnalate dall'indice quella del Regno Unito, già in anticipo sull'avvio di ripresa rispetto ai colleghi europei a metà 2009, e forte della crescita più alta dell'anno trascorso (+8,9%). Ma anche quella della Francia, in seconda posizione con il +4,4%, dei paesi del Nord Europa (+3,4%) e della Germania (+1,4%). Proprio queste nazioni avrebbero attratto il grosso degli investimenti esteri sia nella seconda parte dell'anno che considerato l'andamento del 2010 nel suo insieme. La quarta migliore performance individuale è spetta alla Polonia, paese che avrebbe agito da traino per il risultato positivo messo complessivamente a segno dai paesi della Cee (+0,8%).

(foto © Saporiti)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017