Excite

Pagamento affitto 2014 con vaglia postale: guida alle nuove norme sugli affitti

La legge di stabilità entrata in vigore dal 1 gennaio ha decretato il divieto di pagamento del canone di locazione in contanti, rendendo obbligatorio il pagamento dell'affitto 2014 con vaglia postale, bonifico, carta di credito o con qualsiasi strumento tracciabile. Un decreto che ha il preciso scopo di contrastare il dilagante fenomeno degli affitti in nero soprattutto nel settore residenziale.

Stop ai contanti: come pagare l'affitto dal 1 gennaio 2014

L'introduzione dell'obbligo di pagamento dell'affitto 2014 con vaglia postale, bonifico, carta di credito o assegno sembra aver rivoluzionato il settore degli affitti case, da sempre tra i settori in cui si registra la maggior incidenza di evasori fiscali, a causa della dilagante quanto diffusa propensione agli affitti in nero.

Il nuovo decreto introdotto con la legge di stabilità in vigore dal 1 gennaio 2014, obbliga quindi i locatori a ricevere i pagamenti solo attraverso metodi di pagamento tracciabili e non più in contanti. Coloro che non si adegueranno alle nuove norme sugli affitti e violeranno tale obbligo saranno soggetti a una sanzione amministrativa tra l'1% e il 40% del canone di locazione previsto. Inoltre non potranno più godere degli sgravi fiscali previsti sugli immobili in affitto (ad esempio la detrazione Irpef del 19%) nè dei benefici concessi agli studenti universitari fuori sede.

L'obbligo di tracciabilità dei pagamenti è previsto solo per gli affitti residenziali, cioè per quegli immobili ad uso abitativo di cui fanno parte anche case vacanza, alloggi per studenti e stagionali. Ne sono esclusi i locali commerciali, gli uffici e i capannoni industriali, fino a un massimo di 1.000 euro, oltre i quali scatta per legge il divieto di pagamento in contanti.

Obbligo di tracciabilità = lotta all'evasione fiscale

L'obbligo di pagamento dell'affitto 2014 con vaglia postale e con qualsiasi strumento tracciabile contribuisce a rendere più trasparenti i rapporti tra locatore e locatario, scoraggiando, almeno sulla carta, il fenomeno degli affitti in nero. Una disposizione che aiuta anche lo Stato ad effettuare controlli più mirati e a contrastare l'evasione fiscale.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017