Excite

Perché ci sono gli specchi nell'ascensore?

  • Facebook

Non tutti gli ascensori hanno gli specchi, ma una buona parte si. Che siano antichi, di quelli con le ante da chiudere a mano e la gabbia aperta, o moderni, tutti in alluminio con le porte a scorrimento, lo specchio c’è quasi sempre. Ma vi siete mai chiesti il perché?

Come fare l’amore in ascensore

La risposta più banale, non necessariamente errata, vuole la presenza degli specchi per poter controllare il nostro aspetto. L’ascensore, spesso, ci conduce ad un appuntamento o ci prepara ad uscire. Motivo per cui può rivelarsi molto utile ingannare il tempo controllando il look, sistemando i capelli fuori posto o eliminando macchie sospette. In realtà, però, il vero motivo per cui ci sono gli specchi negli ascensori va ricercato da un punto di vista psicologico.

Essendo spazi piccoli e angusti, non di rado può capitare di sentirsi un po’ oppressi. C’è chi soffre di claustrofobia e che invece si limita ad avere solo dei fastidi. Lo specchio ci dà la percezione di una maggiore profondità e ci aiuta a rendere più gradevole il viaggio in ascensore. Per la stessa funzione, gli ascensori moderni hanno spesso un’intera parete trasparente o un monitor che ci distrae con le ultime news e le previsioni meteo.

I primi specchi negli ascensori sono arrivati con la costruzione dei primi grattacieli o degli edifici moderni. Inizialmente gli ascensori erano molto lenti. Quando sono stati progettati gli ascensori moderni, sempre più rapidi e sicuri, ci si è resi conto che i passeggeri, sollevati dalla lentezza del viaggio, cominciavano a preoccuparsi degli spazi perché erano bloccati in un cubicolo con nient'altro da fare che guardare il muro e pensare a ciò che sarebbe successo in caso di caduta della cabina.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017