Excite

Prima casa: Iva al 4% per le migliorie in corso d'opera

L’Agenzia delle Entrate dà il via libera all'Iva agevolata al 4 per cento per i lavori migliorativi ante-consegna sulla prima casa. L’aliquota ridotta interesserà gli interventi extracapitolato commissionati a una ditta appaltatrice nel caso siano confermati i requisiti prima casa e nel caso l'immobile continui a configurarsi come abitazione non di lusso anche a lavori eseguiti.

La risoluzione dell'agenzia ha fornito risposta a un'istanza di interpello presentata dal socio di una cooperativa, attiva nella realizzazione di alloggi abitativi non di lusso e operante tramite appalto conferito a un'impresa costruttrice, incaricata in corso d'opera di portare a termine alcuni interventi migliorativi aggiuntivi sulla prima casa.

Nel caso specifico, l'agenzia si è pronunciata in merito agli interventi migliorativi classificandoli non come interventi di ristrutturazione edilizia, trattandosi di un alloggio non ancora completamente realizzato, quanto piuttosto come parte del processo di costruzione dell'immobile, in qualità di prestazioni finalizzate a integrare materiali particolari o applicare accorgimenti costruttivi a vantaggio della funzionalità dell'abitazione. Questo anche in presenza di prestazioni svolte per conto di un soggetto diverso dal committente principale, fatto salvo il possesso dei requisiti prima casa da parte del socio richiedente.

Come specificato nella risoluzione, l'agevolazione scatta esclusivamente nei casi di contratti di appalto riferiti all'edificazione ex novo di immobili residenziali non di lusso, nonché di lavori commissionati da cooperative edilizie e consorzi, imprese costruttrici per la rivendita e persone fisiche in possesso dei requisiti prima casa.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017