Excite

Rapporto UIL: quasi un terzo dello stipendio per l'affitto

L'Italia è il paese del sole, del buon cibo e delle vacanze. Lo sanno tutti. Soltanto che rischia di diventarlo solo per i turisti stranieri, perché per gli italiani quasi un terzo dello stipendio se ne va con l'affitto.

Per la precisione si tratta del 26% in media, il reddito delle famiglie italiane impiegato per pagare l'affitto della casa. Questo quanto risulta dallo studio 'Famiglia reddito casa' effettuato dalla UIL, secondo cui il dato regge durante tutto il primo semestre del 2009 per flettersi positivamente nell'ultimo periodo dell'anno grazie a un calo nel valore di mercato delle locazioni.

Al primo posto Firenze, che registra un calo nel valore medio degli affitti pari al -29,14%. Seguono Genova (-26,11%), Napoli (-14,19%) e Bologna (-13,26%). Queste diminuzioni in percentuale vanno applicate al costo medio mensile di un affitto in Italia che ammonta a 685 euro, per un totale annuo di 8.227 euro.

Oltre che su media nazionale, il rapporto UIL mostra l'incidenza percentuale dell'affitto sul reddito mensile netto nei diversi capoluoghi di regione. La famiglia campione è composta da due lavoratori dipendenti (condizione che sovrastima lo stato delle famiglie nell'attuale situazione di crisi), con due figli a carico e un reddito annuo pari a 36mila euro. L'appartamento campione invece, è un immobile di 70 mq.

Con il 64,7% spetta alla capitale d'Italia il primo posto. Ossia, quasi due terzi del loro stipendio gli abitanti di Roma lo versano per l'affitto. Segue Venezia con il 56,7%, Milano con il 37,8% e Firenze con il 36,9%.

(foto © guest.net)

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017