Excite

Spese condominiali: chi paga tra inquilino e proprietario

Le riunioni di condominio hanno dato materiale narrativo a scrittori e cineasti. Alla base di tutte le liti tra condomini, spesso, ci sono le spese condominiali. A chi spettano le spese? Ai proprietari oppure agli affittuari? Chi stabilisce chi deve pagare e cosa deve pagare? La situazione è piuttosto chiara anche se di difficile applicazione.

    Getty Images

Regolamento condominiale e Codice Civile

In prima battuta decidono i regolamenti condominiali che possono determinare oppure no a chi spettano le spese condominiali. La ripartizione, quindi, può essere stabilita dal regolamento interno del condominio. C’è da dire che non sempre, anzi quasi mai, questo avviene. In seconda battuta si fa riferimento al Codice Civile.

Scopri come pagare meno tasse sugli immobili

In particolare l’articolo 1576 del Codice Civile recita, “Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore”. Il Codice Civile, poi, stabilisce anche che esistono due categorie di spesa. Le spese ordinarie e le spese straordinarie.

Manutenzione ordinaria e straordinaria

La manutenzione ordinaria è quella relativa agli spazi comuni del condominio. Si tratta di spese frequenti che in genere, però, hanno costi assolutamente contenuti. Ad esempio rientrano nella manutenzione ordinaria spese come la pulizia delle scale, l’acqua, l’energia elettrica oppure la manutenzione dell’ascensore. Questo tipo di spese sono a carico dell’inquilino ed in genere rientrano nella rata condominiale.

Scopri quali sono gli investimenti immobiliari da fare nel 2015

La manutenzione straordinaria riguarda gli eventi non prevedibili e non periodici. Sono le spese che riguardano i lavori che evitano il degrado dell’immobile e la conseguente perdita di valore. In questo caso i costi sono più elevati. Possono rientrare in questa categoria le spese riguardanti gli impianti del condominio piuttosto che le facciate o il condizionamento. Questa tipologia di spese si divide tra inquilino e proprietario. L’inquilino si sobbarca le spese sugli spazi comuni e la piccola manutenzione. Il proprietario si accolla la straordinaria amministrazione e l’adeguamento del condominio alle normative vigenti.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017