Excite

Spese di condominio: senza amministratore si può risparmiare

Spesso i piccoli condomini, che non necessitano di manutenzione particolare, possono fare a meno della gestione di un amministratore esterno. In questo modo le spese vengono quasi azzerate. Tuttavia, accanto ai pro, vi sono anche diversi contro: il mancato accordo tra i vari condòmini circa le scelte da prendere sullo stabile o le divisioni dei compiti riguardanti le pulizie ed altre incombenze.

    Getty Images

Il condomino amministratore

L’articolo 1129 del Codice Civile afferma che uno stabile che abbia più di quattro condòmini può avvalersi di un amministratore esterno, eletto dall’assemblea. Qualora non ci fosse accordo sarà cura dell’Autorità Giudiziaria occuparsene. Un’altra possibilità è quella che prevede l’impegno di un singolo condomino a sbrigare tutte le faccende relative all’immobile: anche in questo caso la nomina avverrà tramite assemblea. Di certo le regole condominiali andranno scritte, redigendo un documento che avrà valore anche per i condòmini che subentreranno nello stabile in un secondo momento.

Scopri i requisiti per l'amministratore di condominio

In quest’ultimo caso, una scelta intelligente sarebbe quella di scegliere un condomino che sia esperto di contabilità, che abbia tempo a sufficienza per occuparsi di faccende relative all’immobile e che si tenga sempre aggiornato sulle normative.

L'autogestione

Se i condòmini sono pochi e deliberano in assemblea la decisione di non avvalersi di un amministratore, dovranno altresì stabilire dei turni per le pulizie di scale e spazi comuni e per gli eventuali lavori di giardinaggio. In questo caso andrà stilato un bilancio preventivo delle somme che serviranno per acquistare detersivi, attrezzi, lampadine e quant’altro. Ovviamente i costi saranno di gran lunga inferiori a quelli previsti per una gestione esterna.

Scopri le detrazioni fiscali per gli immobili

Va da sé che i condòmini dovranno comunque studiare a fondo le regole del Codice Civile onde evitare di trovarsi coinvolti in aspre contese per la detenzione di animali o per gli orari in cui è possibile ascoltare musica. L’auto-gestione prevede una buona dose di autocontrollo ed elasticità, ma allo stesso tempo prevede disciplina e correttezza. Il vantaggio però sarebbe quello di spendere meno di 10 euro al mese per la spese condominiali.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017