Excite

Sublocazione turistica: ecco cosa sapere

Una delle soluzioni migliori per chi viaggia per turismo o vacanze, consiste nel fittare un alloggio, monolocale, appartamento o villa che sia, che soddisfi le proprie esigenze e per il periodo in cui intende sostare in un luogo. Questo mercato presenta diverse soluzioni, come per esempio la sublocazione turistica. Ecco di cosa si tratta.

Come funziona la sublocazione turistica

Fittare casa per le vacanze, o comunque quando si raggiunge un luogo per turismo, è una delle soluzioni preferite da tantissimi viaggiatori. Rispetto alla soluzione rappresentata da alberghi e bed and breakfast, infatti, prendere in affitto un alloggio, monolocale, appartamento o villa che sia, risulta più conveniente.

Per l'affitto di un appartamento per scopo turistico si stipula un normale contratto di locazione. Ma il mercato immobiliare, e la legge, offrono al giorno d'oggi anche altri tipi di opportunità. Al normale contratto di locazione per scopo turistico, infatti, si aggiunge quello che prevede la sublocazione turistica. In cosa consiste questa formula?

Per prima cosa bisogna spiegare la formula della sublocazione che prevede nient'altro che la possibilità per l'affittuario di fittare a sua volta l'appartamento (anche se solo una parte quando si tratta di locazione per uso abitativo).

La logica della sublocazione turistica è la stessa. Questo tipo di contratto è stipulato da chi intende gestire uno stabile come bad and breakfast o comunque una struttura ricettiva. In pratica, si può prendere in locazione un qualsiasi palazzo o villetta, già in affitto, e utilizzarla a scopo turistico. Quindi le camere dello stabile possono essere trasformate in alloggi per turisti e vacanzieri. Lo scopo va dettagliatamente specificato nel contratto che deve seguire le disposizioni contenute nel codice civile.

Quando si usa

Stando a quanto prevede la legge italiana chi affitta un appartamento o una qualsiasi soluzione abitativa, di qualsiasi forma e dimensione, può a sua volta sub affittare l'alloggio. Se il nuovo affittuario intende sfruttare lo stabile per scopi turistici, allora il contratto che andrà stipulato è quello che prevede la sublocazione turistica.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017