Excite

Terremoto Emilia: alloggi sfitti per sfollati

Oltre alla continua preoccupazione per nuove scosse, in Emilia la priorità di amministratori e cittadini è rivolta alla ricerca di una soluzione abitativa stabile e dignitosa per tutti gli sfollati. Vasco Errani, il presidente della Regione Emilia Romagna, ha annunciato il suo impegno nel voler trovare quanto prima una proposta alternativa alle tende: la Regione sta infatti pensando di usare il suo patrimonio immobiliare sfitto per ospitare tutti coloro che con il terremoto hanno perso la casa.

Per affrontare l'emergenza terremoto in Emilia, gli alloggi sfitti per gli sfollati sono senza dubbio una soluzione più dignitosa e qualitativamente migliore rispetto alla tende utilizzate normalmente per far alloggiare i terremotati, come ad esempio è avvenuto a L'Aquila.

Intanto il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, ha firmato - congiuntamente alle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto - un’ordinanza tesa a semplificare l’iter burocratico per la valutazione dell’agibilità sismica delle attività produttive. Anche la ripresa della normale attività lavorativa e produttiva, infatti, è un importante nodo per la regione colpita dal sisma e per i suoi abitanti, che necessitano oltremisura di riprendere quanto prima a lavorare. Forte infatti è la volontà di non delocalizzare le attività, mantenendo quanto più possibile l'asset attualmente esistente.

Con l'ordinanza appena approvata il titolare di un’azienda diventa in tutto e per tutto responsabile della sicurezza sul luogo di lavoro e quindi viene designato come soggetto deputato ad acquisire la certificazione di agibilità sismica. Quest'ultima, infine, viene rilasciata da un professionista abilitato dopo le verifiche tecniche agli edifici ed alle strutture.

casa.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016