Excite

Immobiliare Usa: vendite a +12,3% a dicembre

Il settore immobiliare Usa mostra segnali incoraggianti registrando a dicembre un balzo delle unità vendute del 12,3%. Il dato, reso noto dall'associazione nazionale degli operatori immobiliari,corrisponde ad un livello medio annuale di 5,28 milioni di operazioni e risolleva un trend che nel corso dell'anno si era mostrato non particolarmente brillante.

In termini percentuali il risultato migliora significativamente le previsioni degli analisti, che si aggiravano intorno al 4%, e fa dunque ben sperare decretando il maggior numero di operazioni degli ultimi sette mesi contro un dato precedente a quota +6,1 %. La performance si spiega in parte con una flessione del prezzo medio per unità abitativa, un indicatore che lo scorso mese si è attestato intorno ai 170.200 dollari contro i 168.800 dollari mediamente richiesti a novembre.

La performance dell'ultimo mese del 2010 chiude tuttavia un anno contrassegnato da un andamento decisamente poco favorevole quanto al numero di case esistenti vendute: le unità abitative scambiate sono state infatti nel complesso 4,9 milioni segnando un calo del 4,8% sul 2009 e incoronando il 2010 ad anno peggiore dal 1997 con riguardo allo stesso parametro.

Bisogna aggiungere peraltro che lo scorso dicembre il numero di case avviate a costruzione ha subito un calo annualizzato di 529mila unità lasciando così sul terreno il 4,3% sul mese precedente. Secondo quanto recentemente comunicato dallo stesso Dipartimento del Commercio Usa che ha raccolto il dato, tuttavia, nello stesso mese sarebbero anche saliti i permessi di costruzione, per l'esattezza in ragione del +16,7% su base mensile, raggiungendo così il picco massimo dal marzo 2010: un indicatore positivo per il possibile andamento futuro dell'edilizia a stelle e strisce.

(foto © Business.rediff)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017