Excite

Vendere casa a Roma: prezzi in salita

Vendere casa è di questi tempi un grande affare, considerando l’andamento del mercato. È bene, per cui, tenersi sempre informati sulle zone, il rapporto tra qualità e prezzo e il momento più opportuno per concludere il nostro business.

Il mercato delle vendite è sempre in attività e non ha smesso di muoversi nemmeno con la crisi economica internazionale, soprattutto nella Capitale.

Secondo uno studio effettuato da Tecnocasa sulle previsioni immobiliari per il 2011, i prezzi delle case a Roma aumenteranno dallo 0% al 2%, leggera variazione rispetto al 2010 dove il prezzo degli immobili nella Capitale era sceso dell’1,9%. Questi sono dati rassicuranti per i proprietari romani che desiderano vendere case, a dimostrazione che il mercato economico degli immobili continua a muoversi anche in positivo senza vincoli di nessuna sorta.

Da una ricerca effettuata dal Secolo XIX, il valore di una casa al centro di Roma può toccare i 655.000 euro, le quotazioni di un immobile situato in una zona semicentrale della Capitale oscillano intorno ai 410.000 euro. Vale meno una casa nelle periferie il cui prezzo medio si aggira intorno ai 329.000 euro.

La tendenza, sin dallo scorso anno, è quella di acquistare monolocali e bilocali nel centro storico di Roma – come apprendiamo dalla nota emessa dall’Ufficio Studi Tecnocasa nel primo semestre 2010. In queste aree il prezzo al metro quadro è di circa 9 -10 mila euro, soprattutto in vie storiche come via Giulia, via Monserrato, Piazza di Spagna o Ghetto Ebraico.

Possedere una casa nella via dello shopping,via dei Condotti, vuol dire poterla vendere anche a 20 mila euro al metro quadro. L'immobile, a Roma, verrà venduto a molto meno se posto nei pressi di S. Pietro: il prezzo al metro quadro si aggira intorno ai 5000-6000 euro.

(foto © Sabrina Campagna su Flickr)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017